Slow food

Il Comune di Montecatini Terme e l’associazione Slow Food Italia hanno siglato un importante protocollo d’intesa per il raggiungimento della valorizzazione del territorio e del patrimonio esistente.Il buon cibo, il buon vino, la sana alimentazione e in generale le scienze enogastronomiche possono contribuire al rafforzamento dei legami dei prodotti di qualità con il territorio, nell’ottica della salvaguardia della biodiversità oltre all’educazione, alla cultura, alla promozione della pratica di una diversa qualità della vita, fatta del rispetto dei tempi naturali, dell’ambiente e della salute dei consumatori.http://www.slowfoodvaldinievole.it

FOOD & BOOK 13 – 16 OTTOBRE 2017
Una rete di 1500 produttori, chef e appassionati riuniti dalla Chiocciola nella cittadina toscana dal 13 al 16 ottobre

Un lungo week end all’insegna del piacere enogastronomico e dell’impegno per la salvaguardia del pianeta, contro la perdita di biodiversità e i cambiamenti climatici, è quello che organizza Slow Food all’interno di Food&Book dal 13 al 16 ottobre 2017, a Montecatini Terme, la città termale immersa nel cuore della Toscana, a pochi minuti da Firenze e Lucca.

L’associazione della Chiocciola, in collaborazione con il Comune di Montecatini Terme e le Terme di Montecatini, si presenta per il terzo anno in quella che per quattro giorni diventa la capitale del libro e della cultura gastronomica, con presentazioni di novità editoriali e convegni, degustazioni e cene. Una rete di 1500 produttori di vino recensiti dalla guida Slow Wine, contadini e artigiani dei Presìdi italiani e cuochi dell’Alleanza, italiani e internazionali, si dà appuntamento a Montecatini per dimostrare che fare cibo buono, pulito e giusto per tutti è possibile.

Due gli appuntamenti di punta della quattro giorni a Montecatini.

Sabato 14 festa grande per presentare Slow Wine 2018La giornata si apre con il convegno aperto a produttori di vino, operatori del settore e giornalisti, dal titolo Lacomunicazione del vino: dalla vendita on line al consumatore finale, dedicato a un argomento che anche nel nostro Paese non è più possibile sottovalutare. Tra i relatori, anche le esperienze di chi Oltreoceano ha già fatto la storia del commercio elettronico di vini, David Lynch e Logan Lee, e di chi in Italia è stato tra i primi a crederci, come il sito web Tannico.
A partire dalle 14.30, e per tutto il pomeriggio, l’appuntamento più atteso dal mondo del vino con la più grande degustazione dell’anno, curata da Slow Wine: oltre 1000 etichette delle migliori 500 cantine selezionate dalla guida più diffusa in Italia. Un evento da non perdere per tutti gli appassionati ma anche per i neofiti curiosi di conoscere tutta questa diversità!

Lunedì 16 è la giornata del Secondo Incontro Nazionale dell’Alleanza Slow Food dei Cuochi che, dopo 5 anni dal primo appuntamento, vede la partecipazione di chef e pizzaioli che lavorano ogni giorno per promuovere la biodiversità e le produzioni agroalimentari sostenibili: 480 locali in Italia e 836 in tutto il mondo, con ben 18 paesi che dopo l’Italia hanno sposato questo progetto, dalla Russia al Belgio, dall’Albania alla Francia passando per l’Uganda. Sono cuochi che traducono ogni giorno con i fatti le campagne che Slow Food promuove, dalla lotta al cambiamento climatico alle iniziative contro lo spreco alimentare, gli Ogm e a favore della biodiversità.

Ecco nel dettaglio il programma che Slow Food propone al pubblico di Montecatini:

Venerdì 13 ore 17.45
Sala Portoghesi, Terme Tettuccio - ingresso libero

Presentazione del libro di Slow Food Editore I sapori del vino. Percorsi di degustazione per palati indipendenti. Fabio Pracchia, redattore della guida Slow Wine, dialoga con Roberto Fiori, giornalista de La Stampa

Si comincia con il racconto del cambiamento che ha interessato una bella parte della viticoltura italiana, più rispettosa dei cicli naturali e attenta a ricercare ed esaltare nel vino caratteristiche del vitigno e del luogo di origine. Una viticoltura che ci regala vini di difficile comprensione con i vecchi strumenti della degustazione. Con I sapori del vino. Percorsi di degustazione per palati indipendenti, Fabio Pracchia ci riconduce alle radici di questo movimento e suggerisce un nuovo approccio per conoscere il vino, che va ben oltre la degustazione in batteria, per abbracciare la conoscenza di metodi produttivi, vigneron e morfologia della terra di produzione. Nell’ultimo capitolo una vera chicca, con il racconto di 42 vini straordinari e delle belle emozioni che possono darci.

Venerdì 13 ore 20.30
Ristorante Profumo – Hotel Mediterraneo

Cena dell’Alleanza Slow Food dei Cuochi con Luigi Megliola e Fabrizio Barraco – Il Bastimento, Torino

Cucina tradizionale del Salento per Luigi Megliola e Fabrizio Barraco, a capo de Il Bastimento, ristorante di pesce nel centro storico di Torino, protagonisti della prima di tre cene dedicate al progetto Alleanza Slow Food dei Cuochi. Gli chef che aderiscono al progetto propongono piatti della propria gastronomia preparati con materie prime d’eccellenza, come i Presìdi Slow Food, abbinati a etichette delle cantine locali. I cuochi che fanno parte dell’Alleanza si impegnano a utilizzare nella loro cucina il maggior numero di prodotti legati a progetti di Slow Food (come Presìdi, Arca del Gusto, comunità del cibo, Mercati della Terra, …) o provenienti da produzioni rispettose del lavoro, dell’ambiente e del benessere animale.

Prenotazioni fino a esaurimento posti: tel. 0572 71321 profumo@taddeihotels.it

Sabato 14 ore 10.30 
Nuovo Teatro Verdi – ingresso riservato ai produttori di vino, agli operatori e ai giornali

Presentazione della guida Slow Wine 2018. Convegno: La comunicazione del vino: dalla vendita on line al consumatore finale.

Negli ultimi anni abbiamo assistito a una crescita più che sostanziosa del commercio elettronico che sta raggiungendo volumi d’affari quasi pari all’off line, coinvolgendo moltissime categorie merceologiche soprattutto all’estero. Per quanto riguarda il vino in Italia, invece, il mercato non è ancora così movimentato e il fenomeno si è mostrato in maniera meno impetuosa. Di tutt’altro tenore è la fotografia che ci arriva dai paesi anglosassoni, dove le percentuali di crescita sono sempre a doppia cifra. Per questo il convegno di presentazione di Slow Wine 2018 è dedicato a un argomento che i produttori italiani non possono più sottovalutare. Se ne discute con ospiti nazionali e internazionali di grande esperienza per capire il mercato italiano e quello americano, al momento il più sviluppato e all’avanguardia in questo campo.

Salutano:
Giuseppe Bellandi, sindaco Montecatini Terme
Carlo Ottaviano, direttore Food&Book
Graziella Cescon, presidente Fisar

Intervengono:
Gaetano Pascale, presidente Slow Food Italia
David Lynch, autore del libro Vino Italiano: The Regional Wines of Italyscritto insieme Joe Bastianich, direttore editoriale di Sommselect.com
Marco Magnocavallo, amministratore delegato di Tannico
Logan Lee, fondatore di Wineawesomeness.com
Giancarlo Gariglio, curatore di Slow Wine 2018

Modera: Fabio Giavedoni, curatore di Slow Wine 2018

Sabato 14 ore 14.30 - 19.30 
Terme Tettuccio

Degustazione dei vini delle 500 migliori cantine secondo la guida Slow Wine 2018 

Come ormai consuetudine, torna a Montecatini la più grande degustazione dell’anno con oltre 1000 etichette delle 500 migliori cantine segnalate su Slow Wine 2018. A presentare i vini, insieme ai sommelier della Fisar, i degustatori più preparati in assoluto: gli stessi produttori con le loro storie e le loro esperienze. L’evento, come più volte richiesto dagli appassionati della degustazione di Slow Wine, quest’anno dura un’ora in più, per dare a tutti la possibilità di conoscere i produttori presenti in guida e i loro vini. Inoltre, per la prima volta, ad accompagnare la mescita ci sono le specialità dei food truck, rappresentanti delle tradizioni regionali italiane su due ruote.

L’evento di presentazione della guida Slow Wine 2018 è reso possibile grazie al sostegno degli Official partner, RCR e Verallia ed è organizzato in collaborazione con Fisar, Comune di Montecatini, Istituto Alberghiero di Montecatini, Terme di Montecatini, Food&Book.

Degustazione rivolta al pubblico, modalità di ingresso su www.slowine.it

La mattinata è arricchita anche dal Mercato della Terra di Montecatini (fino alle 13) in via Mazzini, nello storico mercato contadino della città – ingresso libero. Come ogni sabato, anche per il 14 ottobre si dà appuntamento a Montecatini la rete di produttori e contadini del Mercato della Terra che propone prodotti locali e di stagione, presentati solo da chi produce quello che vende: un luogo dove fare la spesa, incontrarsi, conoscersi, mangiare in compagnia.

Sabato 14 ore 20.30 
Ristorante Liberty – Hotel Parma e Oriente

Cena dell’Alleanza Slow Food dei Cuochi con Giuseppe Maggiore – Trattoria Cantina Siciliana, Trapani

Un tuffo tra i sapori e gli aromi del trapanese, tra costa ed entroterra con Giuseppe Maggiore, estroso cuciniere convinto che il lavoro dello chef non possa prescindere dall’impegno civile, protagonista della seconda di tre cene dedicate al progetto Alleanza Slow Food dei Cuochi, in cui gli chef che aderiscono al progetto propongono piatti della gastronomia locale preparati con materie prime d’eccellenza, come i Presìdi Slow Food, abbinati a etichette delle cantine locali. I cuochi che fanno parte dell’Alleanza si impegnano a utilizzare nella loro cucina il maggior numero di prodotti legati a progetti di Slow Food (come Presìdi, Arca del Gusto, comunità del cibo, Mercati della Terra, …) o provenienti da produzioni rispettose del lavoro, dell’ambiente e del benessere animale.
Prenotazioni fino a esaurimento posti: Stefania Nardella 347 8325676 info@hotelparmaeoriente.it

Domenica 15 ore 10 – 18  
Terme Tettuccio – ingresso libero

Il Mercato dei Presìdi Slow Food

Una numerosa rappresentanza degli oltre 280 Presìdi Slow Food attivi in Italia per un Mercato ricco di storie e tradizioni alle Terme Tettuccio presente anche il giorno successivo. Formaggi, salumi, conserve, pani e quanto altro selezionato da Slow Food in oltre 15 anni di impegno per la salvaguardia della biodiversità. Si tratta di produzioni di piccola scala che rischiano di scomparire, valorizzano territori e recuperano antichi mestieri. Ecco qualche anticipazione: oltre ai 24 Presìdi toscani, dalla Sicilia arriva la masculina da magghia, dalla Lombardia lo storico ribelle, mentre dal Friuli Venezia Giulia si può acquistare la pitina.

Domenica 15 ore 14.15  
Sala Portoghesi, Terme Tettuccio - ingresso libero

Presentazione dei libri di Slow Food Editore Pizza. Una grande tradizione italiana di e con Antonio Puzzi e 
Il piacere della birra. Viaggio nel mondo della bevanda più antica, di e con Eugenio Signoroni

Quando nasce la pizza? Chi sono i pizzaioli? Qual è il loro mestiere? Le risposte in un libro che racconta la storia di un grande successo italiano che ha conquistato il mondo. Nel volume si trovano i consigli per scegliere gli ingredienti di base di questa eccellenza nazionale. A cura di Antonio Puzzi. Con testi introduttivi di Tullio De Mauro, Marino Niola e Luciano Pignataro
.

La birra è la bevanda alcolica più antica (e allo stesso tempo popolare ancora oggi) della storia dell’uomo. Il percorso presentato nel volume porta dalle abbazie trappiste del Belgio ai birrifici della nuova scena londinese, dai luoghi dove è iniziata la rivoluzione artigianale americana alle tradizioni secolari di Bamberga. Il ricco panorama birraio del nostro paese è raccontato attraverso un viaggio in dieci itinerari, curato dalla squadra della Guida alle birre d’Italia.

Al termine una degustazione di pizze e birre selezionate da Slow Food

Domenica 15 ore 15  
Sala Portoghesi, Terme Tettuccio - ingresso libero

Presentazione del libro di Slow Food Editore Agricoltura Slow, di e con Francesco Sottile

Agricoltura slow è il nome che ci piace dare all’agroecologia, un approccio alternativo all’agricoltura convenzionale per produttori e tecnici del settore, ma anche per curiosi che vogliano intraprendere la sempre più popolare via dell’autoproduzione. Un modo di concepire l’agricoltura che riabilita i sistemi di piccola scala sottolineando l’importanza di pensare oltre ai confini del proprio campo e di sviluppare una nuova consapevolezza attenta all’ambiente, alle persone e alle loro relazioni.

Domenica 15 ore 20.30  
Ristorante Just Meat – Hotel Nizza

Cena dell’Alleanza Slow Food dei Cuochi

Dal centro storico del bellissimo borgo medievale di Offida (Ap) arriva Daniele Citeroni Maurizi dell’Osteria Ophis: piatti della tradizione preparati con materie prime selezionate scegliendole personalmente tra i contadini e gli allevatori del territorio. Ecco l’ultima di tre cene dedicate al progetto Alleanza Slow Food dei Cuochi, in cui gli chef che aderiscono al progetto propongono piatti dei loro territori preparati con materie prime d’eccellenza, come i Presìdi Slow Food, abbinati a etichette delle cantine locali. I cuochi che fanno parte dell’Alleanza si impegnano a utilizzare nella loro cucina il maggior numero di prodotti legati a progetti di Slow Food (come Presìdi, Arca del Gusto, comunità del cibo, Mercati della Terra, o provenienti da produzioni rispettose del lavoro, dell’ambiente e del benessere animale.
Prenotazioni fino a esaurimento posti: 0572 79691 info@grandhotelnizza.it

Lunedì 16 ore 9.30 - 17.30  
Sala Regina – Terme Tettuccio - ingresso riservato ai cuochi delegati

Secondo incontro nazionale dell’Alleanza Slow Food dei Cuochi

Dopo cinque anni dal primo incontro tra i cuochi dell’Alleanza, arriva questo attesissimo secondo convegno con cui chef e pizzaioli si impegnano a portare avanti la filosofia di Slow Food, in Italia e all’estero. 480 locali in Italia e 836 in tutto il mondo con ben 18 paesi che dopo l’Italia hanno sposato questo progetto, dalla Russia al Belgio, dall’Albania alla Francia e all’Uganda, tutte realtà accomunate dalla necessità di solidarizzare e sostenere chi conserva saperi e lavora con rispetto la terra, di aiutare la conservazione della biodiversità e lo sviluppo delle produzioni agroalimentari sostenibili, l’educazione dei consumatori. Sono cuochi che traducono ogni giorno con i fatti le campagne che Slow Food promuove, dalla lotta al cambiamento climatico a quelle contro lo spreco alimentare, gli Ogm e a favore della biodiversità.

Per maggiori informazioni sul progetto www.fondazioneslowfood.it

Il secondo incontro nazionale dell’Alleanza Slow Food dei Cuochi è reso possibile grazie al sostegno di Conad, FoodyFarm, Mantaccolle e Steak Home.

Lunedì 16 ore 10 – 18  
Terme Tettuccio – ingresso libero

Il Mercato dei Presìdi Slow Food

Una numerosa rappresentanza degli oltre 280 Presìdi Slow Food attivi in Italia per un Mercato ricco di storie e tradizioni alle Terme Tettuccio. Formaggi, salumi, conserve, pani e quanto altro selezionato da Slow Food in oltre 15 anni di impegno per la salvaguardia della biodiversità. Si tratta di produzioni di piccola scala che rischiano di scomparire, valorizzano territori e recuperano antichi mestieri. Ecco qualche anticipazione: oltre ai 24 Presìdi toscani, dalla Sicilia arriva la masculina da magghia, dalla Lombardia lo storico ribelle, mentre dal Friuli Venezia Giulia si può acquistare la pitina.

Tre cene per l’Alleanza dei Cuochi Slow Food

Dopo 5 anni finalmente riuniremo la rete dei Cuochi che hanno stretto un patto con i produttori. L’Alleanza del Cuochi Slow Food è un progetto a cui teniamo molto, perché realizza molti dei nostri desideri: i cuochi si fanno educatori e ambasciatori della loro terra, i produttori hanno una vetrina in più e tutti noi possiamo bearci di questa materia prima trasformata come si deve da chi crede nella ristorazione come missione, prendendosi cura sia di chi fornisce loro ingredienti strabilianti e soprattutto di chi si siede alla loro tavola. A Montecatini Terme saremo felicissimi e orgogliosi di accoglierli e dare nuovo impulso a una rete, che senza tanti clamori, tanto sta facendo per Slow Food e per chi crede che il mondo si possa cambiare a partire dal cibo.

Per prepararci alla giornata di lunedì 16 ottobre (qui il programma completo degli eventi Slow Food a Montecatini dal 13 al 16 ottobre) con il Secondo incontro nazionale dei Cuochi dell’Alleanza, vi invitiamo a tavola: abbiamo preparato tre cene, caratterizzate da tre cuochi diversi che ci presentano la propria tradizione gastronomica cucinando con i Presìdi Slow Food. Ecco chi sono e cosa ci preparano.

Luigi Megliola

«Faccio parte di Slow Food da sempre, da trent’anni da quando era si chiamava Arci Gola. E da trentacinque anni faccio questo lavoro. Prima con la tradizione piemontese, da qualche anno invece ho voluto riscoprire le mie origini pugliesi e ora propongo pesce. Grazie all’Alleanza dei Cuochi Slow Food ho conosciuto nuovi produttori e instaurato nuove relazioni. Mi piace fare parte di questa rete.»

Luigi Megliola
Ristorante Bastimento

Via della Rocca 10, Torino

Dal suo Bastimento Luigi porta a Montecatini l’involtino di peperone ripieno di palamita di mare della Toscana e un piatto della tradizione piemontese, l’agnolotto tirato a mano alle tre carni, mangiato al tovagliolo.

Venerdì 13, ore 20.30
Ristorante Profumo – Hotel Mediterraneo

Menù completo

Piccolo cacciucco
Involtino di peperone ripieno di palamita (Ristorante Bastimento)
Agnolotto tirato a mano alle tre carni, mangiato al tovagliolo (Ristorante Bastimento)
Tagliata di chianina ai funghi porcini
Gelato alla Verdi

Prezzo: 35 euro
Prenotazioni fino a esaurimento posti: tel. 0572 71321 profumo@taddeihotels.it

Giuseppe Maggiore

«Sono nato oste! Il mio locale aprì il 13 agosto 1958, a sei anni io ne ero già dipendente. Nel 1980 l’ho acquisito. E sono socio Slow Food da quando si chiamava Arci Gola, e ora ho scelto la tessera Slow Life… Per me è importante e molto confortante sapere di avere un punto di riferimento come Slow Food che diffonde la filosofia che io ogni giorno cerco di mettere in pratica con il mio lavoro. Sono sempre stato persuaso del fatto che per fare una buona ristorazione bisogna avere forti legami con storia, cultura e identità locali e per questo ho sempre puntato su un ottimo rapporto con i miei fornitori, scegliendo soprattutto quelli di prossimità. Insomma, l’Alleanza dei Cuochi Slow Food è arrivata dopo di me! Ma devo dire aderire a questo progetto, stringere questo patto con i produttori dei Presìdi mi ha aiutato sia perché ho allargato la scelta dei produttori e ora ho inserito per esempio i capperi di Salina e la Vasteda, sia perché i miei clienti se ne sono accorti e il locale ha acquistato nuovo prestigio. Siamo contenti tutti insomma!»

Giuseppe Maggiore
Trattoria Cantina Siciliana,

Via Giudecca, 36 – Trapani

Giuseppe porta a Montecatini il suo celeberrimo cùscusualla trapanese, un piatto che tanto è stato svuotato della sua identità, quanto Pino ci tiene a presentare come va fatto. Stiamo parlando di una lunga preparazione della semola (di almeno quattro ore), che poi viene arricchita con cannella, aglio rosso di Rubia (Presidio Slow Food), sale marino tradizionale di Trapani (Presidio Slow Food) e olio Novellara del Belice (un olio bello robusto e di carattere). Ad accompagnarla (che sì, in questo caso è il pesce che accompagna il cuscus) una bella zuppa di pescato. Pino non poteva arrivare senza il cannolo siciliano. Il suo è fatto con le bucce artigianali e la ricotta è di Cucchiara, un produttore del Presidio della vastedda della Valle del Belice. Abbiamo già l’acquolina in bocca

Menù completo

Farro alla viareggina
Cuscus di pesce alla trapanese (Trattoria Cantina Siciliana)
Coniglio alla carmignanese
Cannolo siciliano (Trattoria Cantina Siciliana)
Prezzo: 35 euro
Prenotazioni fino a esaurimento posti: Stefania Nardella 347 8325676 info@hotelparmaeoriente.it

Sabato 14 ore 20.30 
Ristorante Liberty – Hotel Parma e Oriente

Daniele Citeroni

«Ho aperto il mio ristorante proprio perché volevo far conoscere e usare i prodotti della nostra cultura gastronomica. Non voglio fare solo il ristoratore per sfamare o intrattenere, voglio provare a educare, diffondere conoscenza, e tenere alto quello che ci ha sempre contraddistinto in Italia: la nostra unicità, la varietà dei nostri prodotti, perché siamo tutti diversi e la diversità ha un valore altissimo che deve esser tutelato e valorizzato. Ho sempre lavorato con i produttori locali, sono un appassionatissimo ambasciatore dei prodotti delle Marche: per il mio ristorante scelgo quei fornitori che hanno cercato di ripristinare le varietà locali. Il nostro lavoro è questo: farli conoscere. Quindi aderire all’Alleanza è stato per me un processo naturale. Il valore aggiunto? L’esistenza della rete, la bella sensazione di non essere soli, aver scoperto che non siamo gli unici. È brutto se remi da solo, con l’Alleanza invece basta girarsi per scoprire che siamo in tantissimi».

Daniele Citeroni
Osteria Ophis

Corso Aureo Serpente, 54 Offida (Ap)

Daniele porta a Montecatini Terme un budino di cicerchia di Serra de’ Conti (Presidio Slow Food) con gelatina di moscioli selvatici di Porto Novo (Presidio Slow Food). E ancora una terrina di fegato e mela rosa dei Monti Sibillini (Presidio Slow Food), accompagnata da un gel fatto con l’arancio biondo del Piceno (Arca del Gusto). E infine non ha voluto rinunciare a portare una rivisitazione del del dolcetto offidano che lui propone con l’anice verde di Castignano (Arca del Gusto).

Domenica 15 ore 20.30
Ristorante Just Meat – Hotel Nizza

Menù completo

Budino di cicerchia di Serra De’ Conti e gelatina di moscioli (Osteria Ophis)
Fegato, cipolla della Val D’Aso, limone e arancio biondo del Piceno (Osteria Ophis)
Maccheroncino di pasta all’uovo saltato con ragouttino di coniglio pistacchi tostati e pecorino
Guancetta di cinta senese con fagiolo di Sorana e bietole all’extravergine
Soffice allo yogurt con frutti di bosco scaglie di cioccolato e nocciole caramellate.
Funghetto Offidano servito con il caffè (Osteria Ophis)

Prezzo 35 euro
Prenotazioni fino a esaurimento posti: 0572 79691 info@grandhotelnizza.it

Iscriviti!
Sign Up!
Iscriviti e scarica la lista completa!
Sign up and Download the complete list.
Open Chat
1
Close chat
Hello! Thanks for visiting us. Please press Start button to chat with our support :)

Start