Cosmica in Pineta ALAN SORRENTI

Sabato 10 agosto

Cosmica in Pineta ALAN SORRENTI

Alan Sorrenti copre un ruolo fondamentale nella storia della musica italiana, in qualità di cantante e autore dallo stile unico e inconfondibile, che si è sempre rinnovato nel corso del tempo, interpretando e spesso anticipando il gusto e le tendenze delle nuove generazioni. Nato a Napoli da padre partenopeo e madre gallese, una combinazione che fa di lui un cantante non tipicamente italiano, Alan cresce con il “progressive rock” inglese degli inizi anni ’70, che finirà per caratterizzare le sue prime produzioni mentre la sua voce si ispira alle originali modulazioni di un eccentrico ed innovativo cantautore californiano, Tim Buckley, che Alan riconoscerà come suo maestro. Debutta con l’album “Aria” (EMI 1972) che ottiene il premio della critica discografica come miglior album dell’anno e che si avvale della preziosa collaborazione di Jean Luc Ponty, violinista francese famoso per aver introdotto nel jazz l’uso del violino elettrico e per la sua collaborazione con Frank Zappa ed Elton John. Di ritorno dal tour Alan si stabilisce a Los Angeles dove risiederà per 5 anni. Qui incontra musicisti della West Coast tra cui Jay Graydon, allora produttore di Al Jarreau lì a poco Il leggendari chitarrista californiano produrrà l’album di maggior successo di Alan Sorrenti, “Figli delle Stelle” (EMI 1977), oltre un milione di copie vendute solo in Italia. Il brano “Figli delle Stelle”, tratto dall’album omonimo, diverrà presto una “cult-song” e il “leading symbol” della dance italiana. Ma la sua canzone più popolare “Tu sei l’unica donna x me” uscirà due anni dopo arrivando nei primi posti in classifica in tutta Europa, specialmente in Germania, Svizzera e Scandinavia e vincendo il Festivalbar. La canzone faceva parte dell’album “L.A.&N.Y” (EMI 1979) prodotto in California dallo stesso team di “Figli delle Stelle”,così come l’album successivo “Di Notte” (EMI 1980) di cui la canzone “Non so che darei” si candiderà x l’Italia all’Eurovision Festival. Qualche anno più tardi Alan Sorrenti ritorna a Londra dove registra con nuovi arrangiamenti la maggior parte dei suoi brani più famosi in un lavoro dal titolo “Radici” (DSB 1992) ed inizia ad esplorare la nuova scena musicale internazionale incontrando sulla sua strada alcuni componenti dei “Planet Funk” con cui realizza 2 nuovi singoli, il primo :”Kyoko mon amour”che viene pubblicato in una raccolta di Greatest Hits “Miami” (EMI 1996) mentre il secondo “Paradiso Beach” tratto dal più recente cd album “Sottacqua” (SONY 2003), riceve un’ottima accoglienza da parte dei network radiofonici balzando all’attenzione delle nuove generazioni. A seguire Dj Set Italians a Go-Go – Dj set a cura dei musicisti Cipo (di Cecco e Cipo) e Ciulla sul tema della musica italiana attraverso i decenni