Tutti le mostre estive nei musei di Montecatini Terme e della Valdinievole

Passare l’estate nella Toscana Da Leonardo a Pinocchio vuol dire immergersi nella cultura, vuol dire conoscere le ricchezze artistiche del territorio. Tutto questo grazie ad una serie di mostre che raccontano le bellezze che grandi artisti hanno lasciato in eredità a tutti noi ma anche scatti fotografici unici che raccontano, per esempio, il Padule di Fucecchio, il fascino dei fiori di Pescia o luoghi lontani come la Siria.Ecco le mostre che caratterizzano la nostra estate. MONTECATINI MO.C.A: “I Tesori della Valdinievole”. Riunire in un unico spazio espositivo tesori che risultano di difficile fruibilità per il pubblico: è questo l’obiettivo, in parte già raggiunto, dalla mostra come dimostrano le migliaia di accessi da marzo a maggio e che propone in questo spazio opere di inestimato valore. Il meglio della produzione artistica del territorio è presente in questa mostra. Qualche nome? Da Libero Andreotti a Giorgio De Chirico, da Pietro Annigoni a Joan Mirò fino a Galileo Chini: tutti artisti che hanno lasciato una loro traccia tangibile a Montecatini Terme e non solo.La mostra sarà visitabile fino al 6 novembre. Orari: martedì-venerdì 10/12; sabato e domenica 10.30/12.30-16-19. MACC: “Massimo Biagi: singolari figure di Miradario”. In esposizione le opere di grandi dimensioni al Macc, “Montecatini Alto Centro Civico” dell’artista nato a Marliana che ha esposto le sue opere anche al MOMA di New York ed al Gugghenheim oltre che in numerosi musei del territorio. La mostra, ad ingresso libero, sarà visitabile fino al 4 settembre presso il MACC, in via Lemmo di Balduccio. TERME di MONTECATINI , Stabilimento Excelsior (Viale Verdi, 66) “L’ALTRA META’ DELL’ARTE – Da Fattori a Warhol, il ruolo della donna nell’Arte Moderna”. Una retrospettiva strabiliante sulla donna nell’arte moderna, con pezzi pregiatissimi della collezione privata di Carlo Pepi.Inaugurazione ore 12,00 del 18:00 Giugno p.v. BUGGIANO Buggiano Castello: Mostra “Padule di Fucecchio: paesaggi incantati e antiche tradizioni” fino al 25 settembre a Palazzo Pretorio. L’appassionato fotografo Sandro Nerucci, con questa mostra, mette in evidenza paesaggi e luoghi incantati del Padule di Fucecchio, l’area umida interna più vasta d’Italia, per far conoscere più da vicino le bellezze di flora e fauna che caratterizzano la zona.Realizzata in collaborazione fra “Centro Ricerca e Documentazione Padule di Fucecchio” e Associazione Culturale Buggiano Castello, al suo interno si potranno scoprire anche manufatti realizzati con le erbe palustri e come vengono costruiti i famosissimi “barchini”.Ingresso libero. Orari: sabato e domenica dalle 14.30 in poi MONSUMMANO TERME Museo della Città e del Territorio: “Sulla via di Damasco. Storie e paesaggi perduti in terra siriana”, mostra fotografica di Maria Antonia Serafini. Inaugurata ad aprile, la sua apertura è stata prolungata fino al 17 luglio visto il notevole interesse che ha suscitato.Si tratta di una mostra interamente dedicata al viaggio che ha svolto in Siria nel 2010 prima dell’inizio della guerra civile e vuol far conoscere un territorio lontano, ricco di storia e tradizione quando ancora era nel pieno del suo splendore e non avvolto dalla distruzione. L’esposizione è suddivisa in varie sezioni: paesaggi culturali ed antichità; tradizioni e vita quotidiana; volti.Orari: lunedì-venerdì 9-12, mercoledì-venerdì 16-19, sabato e domenica 9-12/16-19.Mac’n Villa Renatico Martini: “La scuola di Resina e i Macchiaioli”. La mostra è curata da Marco di Mauro e verrà inaugurata a Monsummano venerdì 24 giugno alle ore 21.30 e rimarrà aperta fino al 31 agosto. Visto che all’interno di villa Martini esiste un ciclo pittorico molto importante che si collega ai Macchiaioli, questa mostra vuole portare a far conoscere opere di Borrani, Fantacchiotti, Rossano, Caprile, Campriani e altri artisti legati alla Scuola di Resina che resta uno dei momenti più belli della pittura napoletana intorno alla fine dell’Ottocento. L’esposizione è stata realizzata con la collaborazione dell’Associazione Domus Artis – Lasa 2.0.Orari: lunedi, giovedì, venerdì 16-19; mercoledì 9.30-12.30; sabato e domenica 9.30-12.30/16-19. PESCIA Gipsoteca “Libero Andreotti”: “Tra Fiori ed Arte contemporanea”. Nella città dei fiori, Pescia, non poteva mancare una mostra dedicata al proprio simbolo conosciuto in tutto il mondo fatto conoscere attraverso una selezione di stampe ed incisioni di livello internazionale. Tutte opere che rientrano fra quelle dei 408 artisti provenienti da 33 diverse nazioni che parteciparono alla 2° Biennale Internazionale dell’incisione nel 1968 che si svolse a Valchiusa assieme alla tradizionale Biennale del fiore.In questa mostra sono esposte 21 opere fra xilografie, acquaforte e acquatinta che sono state realizzate da artisti giapponesi, argentini, italiani e inglesi. La mostra rimarrà aperta fino a domenica 26 giugno.Ingresso libero: consigliata la prenotazione per gruppi. Orari: martedì-venerdì 9-12; sabato-domenica 9/12-16-19 Palagio: “Mostra del Vinile”. Dal 2 al 17 luglio, nell’ambito di “E…state a Pescia 2016” viene realizzata una mostra che farà la gioia dei numerosissimi appassionati di dischi in vinile. Saranno proprio i famosi “dischi neri” ad essere in esposizione al Palagio di Pescia ed attireranno giovani e meno giovani per un qualcosa che non passa mai di moda. Ingresso libero. Orari: martedì-venerdì 9-12; sabato-domenica 9-12/16-19 PONTE BUGGIANESE Dogana del Capannone: “Emozioni dal Padule 2016”. Grazie al lavoro dell’associazione “Rinnoviamo il Ponte”, alla Dogana è stata allestita una mostra di pittura e fotografia con oltre 200 scatti riguardanti il Padule e di assoluto pregio che ha coinvolto tutto il territorio. Al centro di tutto, come sempre, lo spettacolo che regala un luogo unico come il Padule di Fucecchio fatto conoscere ai visitatori sotto tutti i punti di vista possibili: dagli uccelli alle piante, dall’alba al tramonto, dai barchini ai porti di approdo.La mostra rimarrà aperta, il sabato e la domenica, fino al 19 giugno.Ingresso libero. Orari: sabato e domenica dalle 15 alle 18